Racconti Mediterranei

16,00

Esaurito

Esaurito

Tracklist

  1. The Kingdom (Where Nobody Dies) 6:39
  2. Les Amants 4:33
  3. Canto Nascosto 3:47
  4. Il Canto Delle Differenze 5:47
  5. Una Piccola Chiave Dorata 4:38
  6. O Toi Dèsir 5:44
  7. Lighea 6:08
  8. Coralie 5:44
  9. Un’Alba Dipinta Sui Muri 5:42
  10. Stefi’s Song 4:35
  11. Canzone Di Nausicaa 7:35

Artisti

Etichetta

EGEA Records (SCA 078)

Anno

2000

L’album, registrato nel febbraio del 2000 al Teatro Comunale di Gubbio, tiene piena fede all’intestazione con una serie di intensi ritratti sonori profondamente legati ad umori e suggestioni mediterranee.
Sono temi struggenti, atmosfere delicate e toccanti, da approcciare con animo sereno, lasciandosi cullare ed emozionare.

Maurizio Favot

Racconti Mediterranei di Enrico Pieranunzi è stato selezionato dalla rivista statunitense JAZZIT tra le 19 migliori realizzazioni discografiche del 2001. Il meccanismo del “Critic’s Choice” è il seguente: ogni anno la rivista chiede a 19 giornalisti di scegliere quelli che per loro sono i dieci migliori dischi dell’anno. Dall’insieme di queste 190 opere risultano così selezionati diciannove “numeri uno” che vengono presentati e celebrati con grande evidenza nel numero della rivista dedicato ai risultati della selezione (in questo caso il numero di giugno 2002).

Racconti Mediterranei è l’unico disco italiano presente tra questi 19 lavori ed è quindi il solo disco di produzione italiana ad aver diritto di essere annoverato tra i dischi vincitori di questo “referendum della critica”.

Ecco la motivazione con cui Juan Rodriguez, firma storica del giornalismo canadese fin dagli anni `70, ha deciso di porre Racconti Mediterranei in cima alla sua personale graduatoria:

“Una smagliante, raffinata ricchezza melodica, una sintesi naturale di musica da camera, jazz e radici popolari mediterranee. Come affermato dallo stesso Pieranunzi, pianista dal tocco vellutato, quella di Racconti Mediterranei è musica che cerca di raccontare storie. La sonorità strumentale di Mirabassi, miglior clarinettista in circolazione, è di seducente sensualità mentre il gioco contrappuntistico di Johnson al contrabbasso lascia senza fiato per vitalità e fantasia.”

Racconti Mediterranei di Enrico Pieranunzi è stato selezionato dalla rivista statunitense JAZZIT tra le 19 migliori realizzazioni discografiche del 2001. Il meccanismo del “Critic’s Choice” è il seguente: ogni anno la rivista chiede a 19 giornalisti di scegliere quelli che per loro sono i dieci migliori dischi dell’anno. Dall’insieme di queste 190 opere risultano così selezionati diciannove “numeri uno” che vengono presentati e celebrati con grande evidenza nel numero della rivista dedicato ai risultati della selezione (in questo caso il numero di giugno 2002).

Racconti Mediterranei è l’unico disco italiano presente tra questi 19 lavori ed è quindi il solo disco di produzione italiana ad aver diritto di essere annoverato tra i dischi vincitori di questo “referendum della critica”.

Ecco la motivazione con cui Juan Rodriguez, firma storica del giornalismo canadese fin dagli anni `70, ha deciso di porre Racconti Mediterranei in cima alla sua personale graduatoria:

“Una smagliante, raffinata ricchezza melodica, una sintesi naturale di musica da camera, jazz e radici popolari mediterranee. Come affermato dallo stesso Pieranunzi, pianista dal tocco vellutato, quella di Racconti Mediterranei è musica che cerca di raccontare storie. La sonorità strumentale di Mirabassi, miglior clarinettista in circolazione, è di seducente sensualità mentre il gioco contrappuntistico di Johnson al contrabbasso lascia senza fiato per vitalità e fantasia.”

Go to Top